DA PIAZZA A PIAZZA 2017: I NUMERI DI UN SUCCESSO

Da Piazza a Piazza

DA PIAZZA A PIAZZA 2017: I NUMERI DI UN SUCCESSO
DOVE TROVARE VIDEO E IMMAGINI
I RINGRAZIAMENTI DEL PRESIDENTE DELL’AVIS VERAG MARCO BARNI

“Ognuno di noi credo che debba sentirsi orgoglioso di quello che abbiamo fatto”. Così Marco Barni, presidente dell’Avis Verag Prato, ha ringraziato tutti gli oltre 100 volontari e soci che hanno lavorato in queste settimane e negli ultimi due giorni per l’organizzazione di Da Piazza a Piazza 2017, supportati da altre associazioni di volontariato. La società, e il team operativo capitanato da Alessandro Ruggeri, responsabile organizzativo della manifestazione, ha in effetti raccolto consensi unanimi, molti espressi anche sui social, tra i circa 800 che hanno preso parte all’evento e tra coloro che vi hanno assistito. Moltissime famiglie con bimbi piccoli non hanno perso occasione per andare lungo il percorso per ammirare i bikers in azione, tra i punti più gettonati, il guado che attraversava il Bisenzio poco prima del Ponte Petrino.

SOCIAL, FOTO E TV
Presa d’assalto la pagina Facebook Da Piazza a Piazza 2017 dove sono state condivise immagini e video delle fasi salienti dell’evento e dove è stato condiviso anche il video e le immagini dall’alto della partenza realizzato da Claudio Maddaleno per la sua pagina “Prato dal cielo”. Qui il link della pagina: https://www.facebook.com/droneflyprato/?hc_ref=PAGES_TIMELINE

Anche il server benefico Regalami un sorriso onlus ha realizzato migliaia di scatti fotografici ai riders. Per scaricare le foto basta effettuare il login e dare un contributo in beneficienza. Qui il link: http://www.pierogiacomelli.com/gallery2.php?nomedir=%2Fmnt%2Fnas2%2Fmypics2%2Fsport_vari%2Fciclismo%2F2017%2Fda_piazza_a_piazza
Una sintesi della manifestazione si potrà vedere in Tv venerdì, 2 giugno, alle 22.30 sul canale 61 Nuvolari.

PERCORSO PERMANENTE?
Il lavoro dell’Avis Verag Prato peraltro non è finito: si è già cominciato a ripulire e a disfrecciare il percorso, in attesa che arrivi il via operativo delle istituzioni per il progetto, per cui c’è già un benestare di massima, di renderlo percorso permanente con una cartellonistica fissa fruibile durante tutto l’anno.
Inoltre da stasera, nella riunione mensile del primo lunedì del mese presso la sede, si comincerà anche a programmare l’edizione del 2018 che sarà quella del trentennale e sarà sicuramente un’edizione particolare.

BENEFICENZA
Oltre che donando all’ANT, Associazione nazionale tumori, parte del ricavato delle iscrizioni, la manifestazione è stata anche occasione benefica perché dopo la gara sono state donate derrate alimentari non utilizzate ai ristori alla Casa Famiglia Santa Rita, alla mensa della scuola La Pira, alla chiesa delle Carceri per i bisognosi.

VINTAGE
Non sono mancati i concorrenti con bici Vintage, la novità 2017. La vittoria della categoria a tempo e valida per la combinata con la prossima Casentino Bike per bici senza ammortizzatori, senza freni a disco e senza scarpini bloccati è andata a Marco Calamai dell’Avis Verag Prato in sella a una replica della bike dell’ex campione del mondo J. Tomac, una bici che qualcuno ha definito un “cyborg” perché abbinava parti di bici da strada, come il classico manubrio con le corna arrotondate, a elementi di mtb.

I RECORD
Il terreno asciutto e il tracciato leggerissimamente addolcito e accorciato quest’anno, hanno contribuito a velocizzare la gara (2 ore e 55’ per Casagrande quest’anno, mentre 3 ore 18 aveva impiegato Mensi vincitore l’anno scorso) ma non sono stati battuti i record sulle salite iniziali. Forse andch perché il lotto dei pretendenti alla vittoria era più nutrito e i “big” sono stati insieme controllandosi nella prima parte.
Il tratto di 12,7 km da inizio salita alla cima delle Cavallaie dove si dividevano i percorsi è stato percorso da Casagrande in 42’27” mentre l’anno scorso Francesco Failli lo fece in 39’10”.
La singola salita delle Cavallaie, dalla Fattoria di Javello alla cima, per 4, 1 km Casagrande e Failli l’hanno percorsa rispettivamente in 15’51” e 15”50, poi Mensi in 15’54” mentre lo scorso anno la percorse rispettivamente in 15’24” Casagrande, 15’39” Mensi e Failli
Tra le donne invece Maria Cristina Nisi ha battuto il record dello scorso anno di Katarzyna Sosna sulle Cavallaie: 18’02” contro 20″21. E anche quello della prima salita completa: 47’14” contro 50’02”. La Nisi ha vinto una gara combattutissima col tempo complessivo di 3:30″24″ contro i 3:56’14” della Sosna che dominò l’anno scorso.
(dati Strava e classifiche TDS).

PROSSIMO APPUNTAMENTO ORGANIZZATIVO
Prossimo appuntamento organizzativo per l’Avis Verag Prato è l’organizzazione della Gran Fondo per bici da strada “Sulle orme di Leonardo” in programma l’8 ottobre 2017, facente parte e prova finale Circuito regionale Terre dei Medici e del Campionato regionale Uisp di cicloturismo.
Sulla pagina Facebook “Da Piazza a Piazza 2017” le immagini e i video dell’evento, liberamente riproducibili, comprese le immagini e il video dall’alto tratti dalla pagina Facebook Prato dal cielo:
https://www.facebook.com/Da-Piazza-A-Piazza-2017-28-maggio-1541045986226143/?ref=br_rs

Qui tutte le classifiche.

Sulla pagina Instagram @avisverag è possibile postare le foto dell’evento all’hastag #dapiazzaapiazza2017.